Davide Zammarrelli Re di Roma

 Roma, 10 Aprile 2011. Gara nazionale in centro storico: l'Aok presente con ben 16 atleti! Lo scenario è incantevole: tra il ritrovo e la partenza si passa per i Fori imperiali, completamente chiusi al traffico, con tantissimi turisti e gli scavi che sembrano ancor più belli senza il "disturbo" delle auto. Il percorso tocca Piazza Navona, con decine di artisti quasi a far dimenticare il motivo principale della gita; Campo dei Fiori, con il mercatino classico pieno di colori primaverili; il maestoso "Altare della Patria" fresco restaurato; il Pantheon, con un punto di controllo proprio al suo fianco. I nostri atleti non si lasciano comunque distrarre, almeno per il tempo necessario della gara che scorre piacevole sui tracciati ben studiati dall'amico lombardo Remo Madella. Ecco in breve come è andata partendo dalle categorie agonistiche. In MA due nostri atleti su tre approdano alla finale superando nettamente le qualificazioni: Michele Pecora e Julien Girard. Peccato per Fabrizio Franzese che salta un punto di controllo, gli split testimoniano grandi progressi comunque per lui. In M16 Andrea D'Amato non trova la giusta concentrazione e commette un gravissimo errore che lo allontana dal podio. Ma la giornata è giusta per Davide Zammarrelli! Tratta dopo tratta prende sempre più vantaggio sugli avversari e vince la categoria dominando la gara con sei minuti di vantaggio sul secondo classificato: il suo è il miglior risultato di sempre! In M45 Davide Pecora punta al podio dopo l'errore del giorno prima. Lo manca per due minuti e mezzo (nono alla fine) per una scelta che meritava più attenzione al punto 26 e per un errore evitabile nei pressi di piazza Navona (punto 5). Tra gli esordienti Luigi Beatrice sale sul podio pur non potendo esprimere il suo ottimo potenziale atletico; Rosa Florio è quarta alla ripresa delle gare dopo oltre due anni di stop; Vincenzo Leccese si distrae a Campo dei Fiori e fa PE. Negli Open il miglior risultato (quinto) è per Costabile Russo nonostante si fosse "perso" a metà gara impiegando oltre sette minuti in una tratta di poco più di un minuto. Francesco D'Anisi si migliora gara dopo gara e comincia a far sul serio: undicesimo. Antonio Faniglione è quattordicesimo seguito da Giovanni Cammarano e Federica Di Luccio. Ancora una prestazione non all'altezza del suo valore per Gerri Lembo (PM). Complimenti a Rosella Andriano, seconda esperienza tra i "fantasmi" senza grandi difficoltà. Eccoci giunti alla finale degli atleti assoluti (ore 13.30). Il pronostico è per il nazionale belga Pieter Hendrickx, ma tra i venti partenti ci sono due nostri atleti, Michele con il 15° tempo e Julien con il 16°. La gara di Julien è regolare ed alla fine sarà 15° assoluto. Michele stesso commenta la sua: "La finale inizia male in quanto avverto subito la stanchezza delle 2 gare precedenti in cui avevo dato il massimo! La prestazione è compromessa da un importante errore e dalla mancata punzonatura di un' intera farfalla (ben 3 lanterne!). L’acido lattico e la stanchezza mi hanno giocato un brutto scherzo: squalificato! Peccato si, ma non avrei comunque fatto risultato, ero troppo stanco". Vincerà l'emiliano Luca Bignami. Il ritorno a casa è in pullman con le interviste a bordo questa volta condotte da Rosa e Federica. Le attività orientistiche sono frenetiche in questo mese di aprile: il prossimo week-end Davide e Michele parteciperanno ai Campionati italiani Sprint e ad una tappa della Coppa Italia in Veneto. Il 21 allenamento importante a Cuccaro vetere ed il 30 la gara nell'Oasi dunale organizzata dalla nostra associazione. Scarica qui gli split del TNCS e qui gli Split della finale assoluta

Joomla templates by a4joomla