Conferma AOK in Trentino

Levico Terme (Tn), 20 Marzo 2011. Fine settimana intenso per Davide e Michele Pecora che hanno partecipato alle tre gare del “Trittico della Valsugana”. La sprint di sabato pomeriggio, svolta nella pineta di San Silvestro, a sud del paesino di Marter, ha visto la partecipazione di circa duecentocinquanta atleti in rappresentanza di diverse associazioni del Nord Italia con l’eccezione di alcuni laziali e campani, a dir la verità, onnipresenti. Tracciato tecnico per tutte le categorie, su una costa sassosa ed a tratti ripida, con presenza di numerosi sentierini ed avvallamenti. Il percorso in MA, impegnativo fisicamente per un dislivello importante, è un zig-zag per il pendio con continue uscite e rientri dai sentieri aggrovigliati. Michele, ben determinato, stringe i denti e, nonostante il fiatone esagerato, dopo circa mezz'ora di gara giunge al traguardo. La delusione di aver lasciato alle spalle solo pochi atleti piomba sulle spalle! Non è da meno il papà pochi minuti più tardi: un grave errore in uscita dal primo punto ed un successivo calo di concentrazione costringono Davide al ritiro. Brutto per entrambi l’esordio in Trentino.  Ci si prepara alla notturna di Calceranica, sul lago di Caldonazzo, con voglia di riscatto. La prima partenza in linea è alle ore 20.00 per le categorie master. Davide conduce una gara al vertice con i migliori atleti d’Italia M45 alternandosi al comando ai vari passaggi; al punto 11 purtroppo non riesce ad individuare la linea rossa che porta al punto 12 (pessima sovrastampa) e rimane sul “corpo della farfalla” per oltre un minuto. Riparte con la rabbia giusta ma non riesce più a prendere il treno dei primi chiudendo comunque con un ottimo quarto posto che lo rilancia nel ranking nazionale. Partito al lancio delle 20.20, Michele incontra molteplici difficoltà dovute alla scarsa luce prodotta dalla sua lampada non professionale e alla pessima idea del tracciatore di far guadare il fiume già al punto 3 costringendo gli atleti ad una gara con le scarpe piene d’acqua. Il calo di concentrazione è inevitabile e gli errori arrivano uno dopo l’altro. Michele giunge al traguardo nervosissimo e solo un buffet ricco di frutta e il ritiro di altri atleti lo riportano alla calma. Si va a letto stanchi ma fiduciosi per l’ultima prova dell’indomani, la seconda tappa del Trofeo nazionale Centri Storici. La giornata di domenica è stupenda a Levico Terme, circa trecentocinquanta i partecipanti; ci si incontra con gli amici di tante “battaglie”. Michele riscalda i muscoli con i  top runner Alessio Tenani, Michael Mamlev, Emiliano Corona, Daniele Pagliari, le sensazioni sono buone. Michele parte al minuto ventisei e puntuale sbuca sul corridoio di arrivo dopo ventuno minuti per i 3600 metri di chilometro sforzo (media 5’12’’/kmsf). Euforia controllata fino alla pubblicazione delle classifiche dove, con un sorriso emozionato, riferisce a tutti di essere arrivato davanti a Roberto Dallavalle, medaglia mondiale in MTBO. Davide parte al minuto 59 con grande determinazione. Nessun errore degno di nota: nono posto finale sui venticinque partiti di categoria. Dietro i soliti imbattibili c’è il presidente di quell’associazione sportiva “terrona”...per tanti presenti "leghisti" sembra incredibile! Si ritorna a casa soddisfatti e ben “accordati” per la sinfonia di Villa Ada, tappa finale del Trofeo delle Ville di Roma, in programma la prossima settimana. Nelle foto dall'alto: Michele nei pressi del ritrovo della gara sprint di Marter; pronti per la notturna di Calceranica; Michele si riscalda con i campioni; il ritrovo e l'arrivo del TNCS di Levico terme. Al momento non sono stati ancora pubblicati i risultati ufficiali.



Joomla templates by a4joomla