Firenze come Franzese

Firenze, 13 marzo 2011. "Una giornata che non dimenticherò" Le dichiarazioni a caldo di Fabrizio Franzese non lasciano dubbi: il salto di qualità tanto atteso è arrivato in terra toscana, all'ombra del Palazzo Vecchio e della cattedrale di Santa Croce, in una giornata che non ha lasciato spazio ad un raggio di sole. Una gara in centro storico superlativa quella di Fabrizio: decima posizione con sette avversari di categoria assoluta lasciati alle spalle. "La gara è filata liscia, l'unico punto in cui ho perso tempo è stato quello situato sul muro di una casa, i tanti turisti che ascoltavano le guide mi hanno distratto ed incuriosito...  non lo sapevo ma era la casa di Dante! Tutta colpa del sommo poeta che già al Liceo mi dava problemi!"  Eppure Fabrizio aveva rischiato di non farla proprio la gara perche' un disguido con i mezzi pubblici a Napoli gli era costato un ritardo quasi fatale per il Freccia rossa preso a volo. La pioggia incessante ha portato bene anche a Davide Pecora, impegnato nella staffetta valida per il Campionato laziale ad Oriolo Romano, a due passi dal lago di Bracciano. La defezione forzata di Michele, suo compagno di gara, dovuta ad una banale caduta in allenamento, non gli ha consentito di schierarsi in categorie agonistiche, riservate ad atleti della stessa società. In coppia forzata con il giovane Enrico Vannoli del GOS, conquista il primo posto nella Open (tracciati uguali alla M45). Il buffet nella tenda dell'Enea a fine gara è stata la cosa più gradita in una domenica da lupi. Il prossimo week-end Davide e Michele parteciperanno al "Trittico della Valsugana" con tre gare in due giorni. A fianco il tracciato della staffetta che Davide ha concluso in meno di 50 minuti. Risultati di Firenze  Risultati di Oriolo

Joomla templates by a4joomla