Michele ed Andrea: uno-due a Campo Buffone

Subiaco (Rm), 4 settembre 2011. Un solo secondo ha negato il doppio successo nelle due categorie agonistiche MB ed MC del campionato regionale laziale svoltosi sul monte Livata in località Campo Buffone. In MB Michele Pecora conquista meritatamente il primo posto con quattro minuti e mezzo di vantaggio sulla promessa nazionale (classe 1996) Antonio Mariani. Una gara regolare e con pochissime sbavature; Michele ha avuto il merito di rimanere ben concentrato nella serie dei punti tecnici: "L'allenamento sulle curve di livello del giorno prima mi è servito nelle zone bianche della carta, dove si è deciso il podio; sono contentissimo del risultato, giunto inatteso all'inizio della preparazione atletica". Malissimo invece Davide Pecora: "Non mi capitava da un pò di tempo: mi sono perso per ben due volte, gara da dimenticare in fretta; la delusione della mia prestazione è resa meno amara per l'ottimo risultato della squadra e soprattutto per la vittoria di Michele!". In MC Andrea D'Amato non sale sul gradino più alto per un solo secondo, con il rammarico di non aver dato il massimo nel rettilineo d'arrivo: "Ero convinto di essermi classificato nelle retrovie per un po' di errori nei punti iniziali, per questo non ho fatto lo sprint nell'ultima tratta; al vincitore di oggi avevo dato oltre venti minuti alle finali dei GSS, davvero peccato per me e per la squadra". Discreto quinto posto per Davide Zammarrelli, alle prese con acciacchi fisici contratti nei giorni precedenti. Sesto posto per Fabrizio Franzese, in gara con la ragazza al seguito e l'immancabile sorriso sulle labbra. In Open podio sfiorato da Antonio Faniglione, quarto posto e sempre più a suo agio nei boschi: "Ho trovato senza difficoltà tutti i punti, devo solo velocizzare la lettura della carta trovando il modo di sistemare gli occhiali per vedere bene i particolari". Costabile paga con un imperdonabile errore in partenza le sue potenzialità, quinto posto finale: "Ho imbroccato il sentiero sbagliato e me ne sono accorto tardi...". Sesto gradino per Gerri Lembo: "Che fatica! Da domani correro' tutti i giorni, promesso! (voglio proprio vedere n.d.r.). Federica è settima e paga la scarsa esperienza in bosco con degli errori evitabili. Aleandra come il presidente, gara da dimenticare: parte poco convinta, sbaglia troppo e finisce saltando un punto. Dopo tanta fatica la focaccia con il pro...ciutto, come dicono da queste parti, ha un sapore straordinario, poche parole per circa dieci minuti! Nella foto in alto Andrea, sul secondo gradino del podio, riceve la bottiglia di vino ed un k-way. Nella foto in basso Michele, visibilmente contento, posa per i fotografi con lo zaino ed il vino appena consegnati dall'assessore allo sport del Comune di Subiaco. Clicca qui per i risultati.


Joomla templates by a4joomla